Antonio Marras

Antonio Marras nasce ad Alghero, Sardegna. Terra che segna profondamente la sua cifra stilistica. L’esordio avviene nel 1987 a Roma, quando viene chiamato a disegnare una collezione di prêt-à-porter, forte delle sue competenze sviluppate su un doppio binario: quello culturale e di interesse rispetto a ogni forma artistico-creativa, e quello tecnico, di conoscenza di materie e forme della moda.

È invece del 1996 la prima collezione che porta il nome Marras. All’interno sono presenti tutti gli elementi chiave del suo stile: l’attenzione all’artigianalità, la Sardegna come spunto d’ispirazione che non arriva mai alla banalità del folklore, il filo conduttore del “ligazzio rubio” (in sardo, il legaccio rosso) che diventa trademark del suo stile, un vero e proprio “fil rouge”. Nel 1999 Marras conquista Milano con la prima volta del suo prêt-à-porter.

 

In parallelo alle collezioni persiste la sperimentazione della linea Laboratorio e Serie Limitata non proprio prêt à porter, non proprio couture. Abiti realizzati a mano, lavori che conservano il carisma dell’autenticità perché confezionati a tiratura limitata.

Nel 2003 viene invitato dal gruppo francese LVMH a diventare direttore artistico della maison Kenzo che rimarrà compagno di viaggio di Antonio per otto anni, sino al 2011. Nel maggio 2007 nasce la seconda linea I’M ISOLA MARRAS che esordisce con la stagione Autunno Inverno 2008 /2009. Contemporaneamente a Milano nasce l’Headquarter dello stilista.

Foto: Mario Sorrenti